Turbo ospite all’evento “PubMatic Publisher Academy”

GDPR,  Brand Safety, First price e SPO al centro dell’incontro organizzato da PubMatic

Giovedì scorso si è svolto a Milano l’evento  “PubMatic Publisher Academy” dedicato a editori e buyer del digital advertising.

Nell’ambito del programma, Cristian Coccia, Regional Director Southern Europe, ha intervistato Stefano Eligio, COO di Turbo, il primo independent Trading Desk italiano.

Sono stati trattati i temi caldi che al momento interessano la parte dell’offerta, ma dal punto di vista di un Trading Desk.
In particolare si è parlato di mobile e GDPR e di quale sia stato l’impatto sulla parte buying dell’entrata in vigore di quest’ultimo. Si è parlato inoltre di Brand Safety, First Price e Supply Path Optimization e di come questi elementi influenzino le pianificazioni di un Trading Desk.

L’intervento ha suscitato particolare interesse da parte degli editori e dei publisher presenti all’evento.

I commenti di Stefano Eligio sugli hot topic del Programmatic

Stefano Eligio ha evidenziato come “… oggi gli Advertiser sono particolarmente sensibili alle tre tematiche già citate :  GDPR, Brand Safety e il Supply Path Optimization (SPO).
La prima è un argomento molto delicato per ogni cliente che intende utilizzare il dato come driver delle proprie campagne in Programmatic, e lo IAB framework rappresenta sicuramente, oltre che un aiuto per  tutti gli attori del mercato digitale, una garanzia per i player che svolgono attività di data driven.

La seconda, brand safety, è un tema altrettanto spinoso. Sono stati redatti documenti ufficiali con processi e requisiti (ad verification tool) per ogni tipo di canale digitale, evidenziando le procedure per mantenere un equilibrio tra brand safety (tutela del brand) e reach.

Infine, l’SPO è una tecnologia che personalmente considero al momento imperfetta. Non prende in considerazione molte variabili legate all’audience e sceglie secondo propri criteri (e non quelli dell’advertiser) come gestire  l’accesso all’inventory. Nutro però grandi speranze sul suo miglioramento.”